Archivi del mese: gennaio 2010

MC08 – Liquidi

Dopo quel fatto, tuttavia, l’entusiasmo di Carla per il circolo era nettamente venuto meno. Lo spavento che si era presa per timore di rovinare la carriera di Maxime a causa di una simile stupidaggine le aveva fatto vedere i suoi … Continua a leggere

Pubblicato in trash novels | Lascia un commento

MC07 – Soluzioni

La mattina successiva il telefono squillò alle 8,15. Carla era già sveglia e stava finendo la colazione; Maxime era avvolto come un salame nel letto, e dormiva. Rispose Carla: era Jean, il procuratore dello Stade Toulousain. Jean era un uomo … Continua a leggere

Pubblicato in trash novels | Lascia un commento

MC06 – Il piano

Carla tornò ai fornelli, cosse la carne, bruciando una bistecca, e dovendone fare un’altra. Mentre cucinava, aveva rimuginato sul da farsi. Quello poteva rivelarsi un guaio per la reputazione di Maxime, e certo se lei non avesse mai fatto parte … Continua a leggere

Pubblicato in trash novels | Lascia un commento

MC05 – Pigout, le charcutier

L’episodio non avevo però cancellato i problemi che il "fatto occitano" portava con sè. Se i due giovani si erano chiesti reciprocamente scusa, era perchè non sopportavano lo scontro – avvenuto tra loro in modo del tutto non intenzionale – … Continua a leggere

Pubblicato in trash novels | Lascia un commento

MC04 – L’occitano (diramato)

Se Maxime poteva essere rappresentato come una linea retta, solo a volte tratteggiata, Carla doveva essere una linea curva. Meandrica, spiralica, labirintica. Una matassa difficile da sciogliere, un percorso impossibile da seguire. Non era facile per gli altri, non era … Continua a leggere

Pubblicato in trash novels | Lascia un commento

MC03 – Pensieri

Carla si era arresa al fatto che, da quando si erano conosciuti, grazie all’aumentare della fama di Maxime, il suo carattere avesse preso una piega lievemente più capricciosa, che lei non ricordava nel ragazzo biondo che l’aveva fatta innamorare. Nonostante … Continua a leggere

Pubblicato in trash novels | Lascia un commento

MC02 – Vita domestica

Da quando vivevano assieme, ogni stanza della casa era perfettamente condivisa. Maxime abitava in un appartamento in un grande palazzo, vicino al centro della città e ad un ampio parco. L’appartamento era molto grande, occupava tutto un piano, ed era … Continua a leggere

Pubblicato in trash novels | Lascia un commento