Ginevra

Ginevra disse al gatto
che lei lo aveva guardato da tempo passeggiare nel giardino
e che voleva tenerlo con sè.
Il gatto non rispose – come poteva?
e continuò a sgranare i suoi contorni
con gli occhi ludici.
Macchie liquide nascevano come erba
dai pavimenti e gorgogliando facevano solletico
alle orecchie.
Chi avrebbe detto allora, mentre le stelle bruciavano
ancora, che di lì a poco
ogni albero sarebbe stato alga
ogni foglia serebbe stata fiamma
ogni raggio di luce un vagito
ogni saluto un frutto maturo…?
Poichè tutto cambia solo luce da cui venir
illuminato, e mai la sua vera forma.
(Così il gatto acconsentì, e rimase.)

 

Annunci

Informazioni su greenbean

El búho deja su meditación, limpia sus gafas y suspira. Una luciérnaga rueda monte abajo, y una estrella, se corre. El búho bate sus alas y sigue meditando. Federico Garcia Lorca
Questa voce è stata pubblicata in trash novels. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...