Archivi del mese: marzo 2006

troppo facile!

Non facciamo che udire parole funebri. L’assillo quotidiano sull’orrore del mondo e dell’uomo suona alle mie orecchie come solfa del malaugurio. Basta, mi dico. Ringrazio chiunque mi porti una parola luminosa. So quanto sia difficile farlo senza cadere in un’Arcadia … Continua a leggere

Pubblicato in loud thinking, promemoria | Lascia un commento

devitalizzazione di Bassanese

Mi ha sempre incuriosito un aforisma di Karl Kraus: “dovremmo accomodarci sulla poltrona del teatro con la stessa apprensione che ci accompagna quando sediamo su quella del dentista”. Alzarsi da quella poltrona è un sollievo, comunque. Ma sedersi su quella … Continua a leggere

Pubblicato in music and arounds | Lascia un commento

Ginevra

Ginevra disse al gatto che lei lo aveva guardato da tempo passeggiare nel giardino e che voleva tenerlo con sè. Il gatto non rispose – come poteva? e continuò a sgranare i suoi contorni con gli occhi ludici. Macchie liquide … Continua a leggere

Pubblicato in trash novels | Lascia un commento